sabato 3 marzo 2018

#CAMBIA GIRO - pedalata non competitiva, rilassata, pacifica e colorata

Sabato 10 marzo 2018  ore 10-12
IL COMITATO VICENTINO PER LA LIBERAZIONE DEI PRIGIONIERI POLITICI PALESTINESI
 propone
#CAMBIA GIRO
 pedalata non competitiva, rilassata, pacifica e colorata
 da villa la Rotonda a piazzale Matteotti attraverso la pista ciclabile della Riviera Berica - Vicenza

aderendo all’appello dell’associazionismo palestinese che auspica lo spostamento della partenza del Giro d’Italia fissata a Gerusalemme ovest.

Com'è noto, da qualche anno la partenza del Giro d’Italia avviene fuori dai confini nazionali. Quest’anno la direzione del Giro ha scelto Israele, dove si correranno le prime tre tappe. Tale decisione ha suscitato sconcerto e l’opposizione nettissima di svariate associazioni internazionali che difendono i diritti umani: Israele occupa militarmente i territori della Cisgiordania dal 1967, praticando una politica di colonizzazione condannata da decine di risoluzioni dell’ONU e del Tribunale Internazionale dell’Aja.
Israele ha inoltre preteso e ottenuto, pena il ritiro dell’ingente finanziamento (10 milioni di euro), cha la partenza avvenga da GERUSALEMME e non, come inizialmente e correttamente indicato, da GERUSALEMME OVEST. In tal modo, sostenendo l’unicità della città, Israele nega lo status attuale di Gerusalemme est occupata come fosse parte integrante  dello stato ebraico, in contrasto con il diritto internazionale.
Accettando l'impostazione di Israele, gli organizzatori del Giro d’Italia si rendono conniventi con le violazioni del diritto internazionale commesse da Israele che usa strumentalmente un evento sportivo di portata mondiale per nascondere la realtà dell’occupazione e il sistema di apartheid imposto al popolo palestinese.
IL GIRO D’ITALIA SCELGA UN’ALTRA PARTENZA!
Chiediamo a tutti coloro che credono nello sport veicolo di conoscenza, rispetto, solidarietà, tolleranza di sostenere l’appello delle associazioni palestinesi e unirsi a noi, pedalando per la pace e la giustizia in Palestina!

Nessun commento: