lunedì 7 settembre 2009

Jeff Halper al Festival del NoDalMolin


Jeff Halper, in Italia dall'11 al 24 settembre, sarà
al Festival del NoDalMolin domenica 13 settembre alle ore 11
,
per parlare dell'attuale situazione in Medio Oriente, confrontandosi su alcune domande cruciali: è ancora possibile uno Stato palestinese dopo anni di continua espansione degli insediamenti, la costruzione delle bypass road e l’innalzamento di un muro gigantesco? E cosa potrà succedere se i palestinesi si convinceranno che non c’è più speranza per un loro Stato? Se trasformeranno la loro lotta per l'indipendenza in una lotta per i diritti civili?
Jeff parlerà inoltre della matrice di controllo, del rischio che si consolidi un regime di aprtheid, o addirittura di "stoccaggio", di immagazzinamento dei palestinesi, del possibile ruolo degli Stati Uniti e di Obama, della minaccia iraniana, ma anche della sua strumentalizzazione e infine di cosa, forse, potrebbe fare la comunità internazionale.
Jeff Halper, ebreo americano originario del Minnesota, vive a Gerusalemme dagli anni 70, ha due figli, è sposato con Shoshana, militante femminista, è urbanista e antropologo. Ha insegnato all'Università Ben Gurion del Negev, oggi coordina il Comitato israeliano contro la demolizione delle case palestinesi (Icahd).
Due anni fa è stato candidato al Nobel per la pace.
La scorsa estate era nelle barche di Free Gaza che hanno cercato di rompere l'assedio della Striscia di Gaza e per questo è stato arrestato (non si trattava della prima volta). E' cittadino onorario di Gaza.

Nessun commento: